PRODUZIONE DI DISTANZIALI E BLOCCHETTI

Che li si chiami blocchetti, distanziali, battenti, sponde, spessori, masselli, tasselli, supporti, piastre, sostegni, basamenti, rinforzi o appoggi, la loro funzione primaria non cambia: permettere il fissaggio di uno o più componenti all’interno di un macchinario, di un impianto o, più in generale, di una costruzione. Il loro compito è fondamentale: garantiscono all’intera struttura solidità, robustezza e resistenza. Molto spesso questi componenti vengono realizzati in materiale termoplastico ed elastomerico, che garantisce elevate prestazioni in termini di durezza, resistenza termica, allungamento a rottura, resilienza, rigidità, elasticità, assorbimento delle vibrazioni, resistenza chimica, emissione di rumore ed isolamento elettrico.

Le applicazioni in cui viene richiesto l’utilizzo di questi particolari sono tantissime e comprendono macchinari per cave e miniere, impianti per il confezionamento e l’imbottigliamento, sistemi d’illuminazione, macchine utensili, nastri trasportatori, elementi d’arredo, apparecchiature per il settore aerospaziale, impianti chimici e farmaceutici, linee per il trattamento di frutta e verdura, impianti oil & gas, attrezzature elettroniche per le telecomunicazioni, apparecchiature medicali, articoli sportivi, costruzioni in legno e in metallo, filtropresse, apparecchiature per la sicurezza, macchinari per la stampa, telai, sistemi per il dosaggio e il riempimento.

I materiali variano in base alle criticità delle varie applicazioni e comprendono il PTFE (vergine o caricato con vetro, bronzo, carbografite, solfuro di molibdeno e grafite), le poliammidi (PA 6, PA 6 + solfuro di molibdeno, PA 6 + olio, PA 66, PA 66 + fibra di vetro), il PEEK, il PVC (standard, PVC-C, PVC-U), il PET, il PE, il POM, il PP, il poliuretano, il silicone e svariate tipologie di gomma.

SCOPRI IL MONDO DEI MATERIALI PLASTICI

PANORAMICA DEI PRODOTTI

SETTORI DI APPLICAZIONE

PANORAMICA DEI MATERIALI

I NOSTRI RIFERIMENTI